Master Brand

Che cos’è la leishmaniosi?

Condividi su
Intro Text
La Leishmaniosi è una grave malattia che può colpire il cane (Leishmaniosi viscerale) e l’uomo (Leishmaniosi cutanea, mucocutanea, viscerale).
Content
Image
leishmaniosi cane

La leishmaniosi canina è la terza malattia trasmessa da parassiti più importante al mondo, sia per diffusione che per gravità. E’ ormai presente quasi in tutta Italia e purtroppo è spesso mortale per il cane: benché esistano dei farmaci e delle cure per tenere sotto controllo i sintomi e l'evolvere dell'infezione, il cane non si libererà mai dal microrganismo Leishmania infantum e correrà sempre il rischio di riammalarsi.

Quali sono i sintomi della Leishmaniosi?

La Leishmaniosi può decorrere con sintomatologia grave o in forma quasi inapparente. Nel cane si manifesta per lo più in forma generalizzata.
Principali sintomi clinici:

  • Perdita del pelo (alopecia);
  • Dermatite con pelle secca tipo forfora;
  • Crescita eccessiva delle unghie (Onicogrifosi);
  • Inappetenza e perdita di peso;
  • Stanchezza e debolezza;
  • Ingrossamento dei linfonodi (Linfoadenopatia);
  • Fuoriuscita di sangue dalle narici (Epitassi) e anemia;
  • Problemi agli occhi (congiuntivite, uveite, retinite);
  • Zoppie;
  • Insufficienza renale con conseguente aumento della diuresi (poliuria) e della sete (polidipsia);
  • Diarrea;
  • Vomito;
  • Noduli sottocutanei;
  • Ulcere.

Esistono anche forme atipiche con scarsi o singoli sintomi non caratteristici e asintomatiche.

Image
leishmaniosi cane sintomi

Cura delle Leishmaniosi del cane

Attualmente non esistono farmaci capaci di debellare tutti i microrganismi responsabili della leishmaniosi, e quindi di far guarire il cane. La cura è mirata a gestire i sintomi e tenere sotto controllo la malattia. Purtroppo la prognosi è spesso negativa. Per tale motivo è fondamentale agire con la prevenzione.

Come si trasmette la leishmaniosi

La malattia si trasmette al cane attraverso la puntura di un piccolo insetto, il flebotomo, o pappatacio, noto anche come "mosca della sabbia". Di fatto assomiglia ad una piccola zanzara, sia per l'aspetto affusolato che per il fatto che punge succhiando sangue.

La Leishmania è un parassita piuttosto particolare perché, per svilupparsi e moltiplicarsi, ha bisogno di avere a disposizione sia il corpo di un flebotomo sia quello di un mammifero come il cane: le femmine del flebotomo per deporre le uova devono pungere il cane e succhiarne il sangue. Se il cane che viene punto è infetto, le Leishmanie presenti nel suo sangue si trasferiscono nello stomaco dell'insetto dove si sviluppano, si moltiplicano e sono pronte per infettare un altro individuo. Questo ciclo dura una quindicina di giorni. Così, quando il pappatacio pungerà un altro cane, per succhiare il sangue trasmetterà contemporaneamente le leishmanie.

Image
leishmania trasmissione

Come prevenire la Leishmaniosi

La prevenzione comprende l’applicazione di prodotti antiparassitari per cani per uso topico che abbiano una riconosciuta attività di riduzione del rischio di trasmissione di leishmaniosi canina, per questo motivo è molto importante leggere il foglietto illustrativo. Sono presenti inoltre vaccini che, a giudizio del medico veterinario, possono essere considerati, in aggiunta al trattamento antiparassitario.

La leishmaniosi è in espansione in tutta Italia a causa dell’aumento delle temperature degli ultimi anni e dello spostamento dei cani, ecco perché la prevenzione è fondamentale.

Per minimizzare il rischio di infezione, è consigliabile prendere anche una serie di precauzioni pratiche, quali:

  • limitare l'esposizione notturna al parassita, evitando lunghe passeggiate serali e tenendo il cane al riparo durante la notte;
  • applicare zanzariere con maglie fitte alle finestre (0,4-2 mm);
  • utilizzare insetticidi ambientali per uso domestico.
  • ridurre le possibilità che il cane venga punto scegliendo prodotti antiparassitari per uso topico (spot-on, collari antiparassitari, spray) che riducano il rischio di trasmissione della leishmaniosi canina. Per questi motivi è bene leggere attentamente il foglio illustrativo autorizzato dei prodotti, poiché non tutti gli antiparassitari sono uguali.

Per maggiori informazioni sulla prevenzione della leishmaniosi canina e sui presidii che il proprietario può mettere in atto per proteggere il suo cane, è importante rivolgersi al medico veterinario. A conclusione del programma di prevenzione, sottoporre il cane a esami sierologici periodici.

La leishmaniosi può essere una malattia subdola e il suo periodo di incubazione può durare anche anni, per questo motivo è importante farsi seguire dal proprio veterinario che inserirà la prevenzione verso questa malattia all’interno del programma di prevenzione e salute del vostro cane.

Ti è piaciuto questo articolo? Registrati alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sul mondo dei Pet!

Tags
Parassiti
Condividi su
Open Modal